Login
Slideshow
Previsioni Meteo

Convocazione dell’Assemblea ordinaria del Porta Mortara Baseball Softball Novara a.s.d. per il giorno 17 dicembre 2016

Novara, 25 novembre 2016

Ai Soci del Porta Mortara Baseball Softball Novara a.s.d. Loro Sedi

Oggetto: Convocazione Assemblea Ordinaria del Porta Mortara Baseball Softball Novara a.s.d.

Carissimi soci,

dopo quattro anni di attività è giunto al termine il mandato dell’attuale Consiglio Direttivo dell’Associazione così come previsto dallo Statuto del Porta Mortara Baseball Softball Novara a.s.d..

Il Presidente a norma degli art. 12 e 19 dello Statuto e della delibera del Consiglio Direttivo del 22 novembre 2016 convoca l’Assemblea Ordinaria dei soci aventi diritto al voto del Porta Mortara Baseball Softball Novara a.s.d:

in prima convocazione presso la sede dell’Associazione sita in Novara Via Spreafico 44 il giorno 17 dicembre 2016 alle ore 05,00,

e non raggiungendo il quorum previsto

in seconda convocazione il giorno 17 dicembre 2016 alle ore 14,30  sempre presso la sede dell’Associazione sita in Novara Via Spreafico 44,

Leggi il resto di questo articolo »

Fabrizio De Robbio e Gigi Mignola nominati vicepresidenti federali, Marco Mannucci candidato alla Vicepresidenza della CEB – confederazione continentale Europea

DAL SITO fibs.it PUBBLICATO: 30 NOVEMBRE 2016

Prima riunione in videoconferenza del nuovo Consiglio Federale eletto all’assemblea di Salsomaggiore lo scorso 26 novembre. Nei suoi saluti il presidente Andrea Marcon ha comunicato che per tutte le sedute del parlamentino della FIBS saranno fatte delle registrazioni audio e che i verbali, dopo la loro approvazione nella seduta successiva, saranno pubblicati sul sito federale insieme a tutte le delibere.

Il primo atto del consiglio federale è stata la nomina dei due vicepresidenti su proposta del presidente: all’unanimità sono stati scelti Fabrizio De Robbio come primo vicepresidenteVincenzo “Gigi” Mignola come secondo vicepresidente.

L’attenzione si è quindi spostata sulle candidature italiane alle cariche ESF (European Softball Federation) CEB (European Baseball Confederation) in vista del congresso di febbario 2017. In entrambi i Il presidente Marcon con il segretario generale Curti ed il consigliere Cerchio (2f-Oldman)casi sono stati scelti due membri del nuovo consiglio federale: Daniela Castellani per la vicepresidenza della federazione europea di softballMarco Mannucci per la vicepresidenza della confederazione continentale di baseball.

Sempre in tema continentale il parlamentino FIBS ha deliberato la partecipazione al campionato europeo Seniores di softball e a quello Cadette, mentre nel baseball l’Italia schiererà le sue Nazionali nell’Europeo Under 15 eUnder 12.
Per la guida della Nazionale maggiore al World Baseball Classic è stato confermato il manager Marco Mazzieri.

Si è così arrivati all’attività agonistica. Per andare incontro alle esigenze delle società e riscontrate effettive difficoltà, il consiglio federale ha deciso di prorogare il termine delle affiliazioni portandolo a venerdì 16 dicembre.

Proprio in virtù di questa delibera è stato quindi deciso di richiedere a tutti i Comitati Regionali di rinviare a dopo il 15 gennaio la convocazione delle rispettive assemblee elettive così da poter dare modo agli uffici di verificare le effettive affiliazioni. Per la stessa ragione il consiglio federale ha rimandato la nomina dei delegati regionali, per quelle regioni con meno di 10 società, alla seconda metà di gennaio.

In tema di campionati giovanili il consiglio federale ha deliberato, per il baseball, che il campionato Under 12 si giocherà secondo le regole e sui campi fino ad oggi riservati alla categoria Ragazzi, mentre ha rettificato quando deciso dal precedente parlamentino della FIBS stabilendo che la categoria Under 15 utilizzerà i campi con misure seniores. Confermata l’introduzione del campionato Under 18, è stato deciso di mantenere il campionato Under 21 per il 2017.

Tra gli atti amministrativi che hanno chiuso questa prima seduta del nuovo consiglio federale la decisione di non organizzare il tradizionale Gala dei Diamanti stabilendo delle modalità ben precise, che saranno inseguito comunicate alle società, per la consegna dei trofei vinti nel corso della stagione 2016.

da Roma, Fabio Ferrini

Andrea Marcon è stato eletto Presidente della F.I.B.S., tra i Consiglieri eletto anche il nostro Marco Mannucci Presidente F.I.B.S del Piemonte

PUBBLICATO: 26 NOVEMBRE 2016   dal sito fibs.it

Andrea Marcon è il nuovo Presidente della FIBS. Ha ottenuto al ballottaggio 6.165 voti, pari al 51.33%. Massimo Fochi si è fermato a 5.825 voti, pari al 48.66%.

Marco Mannucci

“Voglio ringraziare prima di tutto Alberto AntoliniMassimo Fochi, avversari leali in questo periodo” ha detto il neo Presidente“Ringrazio naturalmente tutti voi e vi auguro buon baseballsoftball“.
Marcon si è anche espresso in friulano, premettendo che molti non avrebbero capito: Pa me int, pa me tiare (che significa “Per la mia gente, per la mia terra”).
“Sono stati 2 anni molto pesanti per me” ha commentato a freddo “Altri ringraziamenti? Sarebbe un elenco troppo lungo da fare”.

Sono risultate valide 646 schede su 654 scrutinate. Non ci sono state schede nulle e si contano 6 schede bianche. I voti validi sono stati 11.970.

 

Andrea Marcon è nato a Montreal nel 1973, figlio di friuliani emigrati in Canada per lavoro. E’ rientrato in Italia all’età di 8 anni.
Militare della Guardia di Finanza, è entrato nel mondo del softball come classificatore. E’ stato poi tecnico e nel 1992 ha festeggiato la vittoria nel campionato Ragazze con la Castionese.
Ha intrapreso la carriera di arbitro nel 1993. Si è ritirato nel 2010 dopo essere stato arbitro internazionale. Dal 2011 è stato Direttore degli arbitri della ESF (European Softball Federation).
Andrea Marcon è anche il fondatore di Enjoy It!, associazione che si è contraddistinta per l’organizzazione di eventi in Friuli Venezia Giulia. Si ricordano in particolare il torneo di qualificazione alle Olimpiadi di Atene (Eurafrica 2007) e l’Europeo di softball 2011.

Marco Artitzu e Samuele Catalano ammessi al corso 2016/2017 dell’Accademia Baseball del Piemonte

La notizia è pervenuta oggi al Porta Mortara Baseball Softball Novara il Direttore dell’Accademia Baseball Piemonte, Mario Pinardi, ha comunicato alle famiglie ed alla Società che Marco Artitzu e Samuele Catalano sono stati ammessi al corso accademico di baseball del Piemonte 2016-2017. Samuele Catalano è alla sua seconda partecipazione dopo quella dello scorso anno e quindi una riconferma mentre Marco Artitzu è alla sua prima esperienza ed hanno superato brillantemente le selezioni tra tanti candidati avvenute nel corso di questo mese. Un grande successo per gli atleti per la loro dedizione e per i loro allenatori che li hanno seguiti e formati assiduamente sin dai primi passi nel magnifico mondo del gioco del baseball. Un esempio per tutti gli altri atleti ed atlete.
A loro, atleti, tecnici ed alle famiglie che li hanno supportati nel loro percorso, vanno i più vivi complimenti da parte di tutta la Società del Porta Mortara che aggiunge così un’altro prestigioso successo nel settore giovanile dove è dedita da tanti anni sia nel baseball che nel softball.

Si ritira Claudio Liverziani, uno dei più grandi di sempre cresciuto nelle giovanili del Porta Mortara Baseball Softball Novara: un grandissimo esempio da seguire per tutti i nostri giovani

Si ritira Claudio Liverziani, uno dei più grandi di sempre cresciuto nelle giovanili del Porta Mortara Baseball Softball Novara:

Un grandissimo esempio da seguire per tutti i nostri giovani del Baseball e Softball Porta Mortara

Caro Claudio un grande saluto da tutto il Porta Mortara se passi da Novara passa a trovarci

Dal sito FIBS.IT

PUBBLICATO: 05 OTTOBRE 2016

“Ho comunicato in società la mia volontà di appendere il guanto al chiodo. Decisione sofferta, per tutto quello che abbiamo condiviso insieme, ma allo stesso tempo consapevole e presa in totale serenità.
Mi sento in dovere di ringraziare a cuore aperto tutto il mondo Fortitudo: dirigenti, staff tecnico, compagni di squadra, addetti e volontari, per avermi accolto e supportato in questi meravigliosi 14 anni di baseball fianco a fianco.
Mi sento un privilegiato per aver potuto giocare così tanti anni e orgoglioso di aver potuto concludere il mio percorso vincendo loscudetto più ambito, quello della stella. Vi mando un arrivederci per altre nuove sfide da vincere insieme”

Con queste parole, che circolano tramite un comunicato dell’Ufficio Stampa della Fortitudo Bologna, Claudio Liverziani annuncia il suo ritiro dal baseball giocato. Per il momento Liverziani ha deciso di non rilasciare altre dichiarazioni.
Si legge inoltre nella nota: “Il Consiglio Direttivo della Fortitudo B.C. 1953, preso atto della volontà del giocatore e rispettandone la conseguente decisione, coglie l’occasione per esprimere a Claudio tutto il proprio affetto, augurandogli il meglio nella vita, nell’auspicio che il suo percorso riprenda al più presto, seppur in altre forme, nel mondo del baseball e della Fortitudo, della quale egli è parte integrante. Esprime una profonda gratitudine, certa di rappresentare i sentimenti degli appassionati di baseball bolognesiitaliani, per il contributo di incalcolabile importanza che ha fornito alla causa biancoblu e a quella delbaseball italiano. Oggi interrompe la sua attività agonistica uno dei più forti ecompleti giocatori italiani di baseball di sempre, che noi riteniamo altresì il migliore di quelli della sua generazione”.

Nato il 4 marzo del 1975Novara, Claudio Liverziani è cresciuto nel settore giovanile del Porta Mortara B.S. Novara, per poi debuttare nel massimo campionato di baseball ad appena 16 anni con la maglia del Novara. Nella sua prima stagione (1991) giocò 22 partite (3nei play out), ottenendo appena 10 valide in 58 turni. Ma il suo rendimento era destinato a crescere: media .282 nel 1992, stagione coincisa con il suo primo fuoricampo; .352 nel 1993 fino all’esplosione nella stagione 1996 (che giocò con la Juventus Torino): 74valide su 166 turni (media .446) con 11 fuoricampo46 punti battuti a casa.
Nella stessa stagione Liverziani fu il più giovane del gruppo azzurro convocato per le Olimpiadi di Atlanta, dove giocò da protagonista assoluto. L’Italia chiuse con  2 vittorie (2-1 con la Corea, che si piazzerà ultima, e 12-8 con l’Australia) perdendo gli scontri diretti per la zona medaglia con l’Olanda (8-7) e Nicaragua (7-2). Liverziani giocò tutte e 7 le partite, chiudendo a media battuta .370. Fu abbastanza per impressionare i Seattle Mariners, che lo misero sotto contratto.
La sua carriera in nazionale si concluderà dopo il World Baseball Classic 2006103 presenze.Liverziani ha partecipato a ben 3 edizioni dei Giochi OlimpiciAtlanta 1996Sydney 2000 eAtene 2004.

La carriera americana di Liverziani durerà invece solo 2 stagioni: dopo 214 partite in Singolo Acon i Wisconsin Timber Rattlers (media battuta .251fuoricampo64 punti battuti a casa), Liverziani verrà rilasciato al termine dello Spring Training 1999 e tornerà a giocare in Italia con la maglia del Rimini.  Dopo 2 scudetti consecutivi, nel 2001 il Rimini perderà (4 gare a 2) la serie difinale contro Nettuno dopo essere stato in vantaggio 2-0 e al termine della stagione 2001Liverziani (assieme all’altro grande David Sheldon) passerà alla Fortitudo Bologna, ritrovando il manager Mauro Mazzotti che lo aveva portato a Rimini. Con Bologna Liverziani vincerà 5scudetti (20032005200920142016) e 2 Europei per Club (20122013).

Prossimi impegni: Mini, Ragazzi e Ragazze di nuovo in campo

Prossimo week end di gare amichevoli per i più piccoli del settore giovanile rossoblu. I Mini e i Ragazzi saranno di scena a Vercelli per uno degli ultimi test amichevoli sul campo prima che, gioco forza si dovrà andare in palestra per i lunghi mesi invernali. Le Ragazze, invece, giocheranno domenica 9 ottobre il ‘Città di Avigliana” primo torneo della storia indetto da Avigliana Bees per inaugurare ufficialmente l’attività della sua squadra ragazze di softball, le Avigliana Girls. Alla kermesse, oltre alle padrone di casa e al Porta, sono state invitate le squadre di Sanremese e La Loggia. La formula prevede lo svolgimento di un girone all’italiana. Primo lancio a partire dalle ore 9.30 con premiazioni previste nel pomeriggio intorno alle 16.30.

Nemecsek

Allievi: Coppa Piemonte stregata, il trofeo va al Fossano

Squadra Allievi 2016

Coppa Piemonte indigesta per gli Allievi di Beppe Cerami. Domenica scorsa, nella finale a tre per l’assegnazione del trofeo giocata sul diamante neutro di Torino in via Passo Buole, l’ha spuntata a sorpresa il Fossano che ha messo in riga nelle due partite disputate prima il Settimo Torinese, poi per 7-4 proprio i rossoblu novaresi che in precedenza erano già stati sconfitti per 6-0 da Settimo. Per il Porta, così come per l’altra favorita Settimo, è stata una vera beffa al termine di una stagione condotta sempre ad altissimi livelli. Nello specifico non accampa ad alcuna scusante il coach rossoblu. “Abbiamo giocato male, questa è la verità – conferma Cerami – e alla fine abbiamo perso meritatamente entrambe le partite”.  Così se contro Settimo poco in palla si è dimostrata la difesa, di fronte a Fossano è stato l’attacco a tradire le attese. “E’ stata la classica giornata storta per tutti – conclude Cerami – peccato sia capitata proprio in finale. Archiviamo tuttavia una buona stagione complessiva. Ripartiamo da qui per puntare in alto anche la prossima stagione”.

Nemecsek

IL LIBRO DELLE FAVOLE

Quanto tempo ci vuole per scrivere un libro delle favole? Una risposta certa non esiste, sono certo invece di sapere quanto tempo ci voglia per leggerlo…. Può bastare un minuto come potrebbe non bastare una vita.

Il vero libro delle favole è composto da tante pagine, una per ogni giocatrice della mia squadra. Ogni pagina è un’avventura, una storia particolare, una emozione differente…

Quando lo vedi all’ inizio non e’ facile comprendere di cosa parli, se le storie comprese tra le due facciate trattino di una cosa o piuttosto di un’altra, la sua caratteristica principale e’ che le pagine sono tutte numerate in ordine sparso, 30, 9, 12, 5, 34, 25,24, 4, 10, 26, 23, 48, 42, 2, 6, 11.

Il testo non si vede, le pagine sono bianche all’ inizio della stagione; lo apri, lo chiudi, lo riapri ed affiorano come per incanto paesaggi in rilievo, a volte sembra si stacchi dalla carta una farfalla e voli verso di te, anzi sembra si posi sulla tua mano, come per magia ogni tanto parte un aeroplano di carta oppure vedi navigare una zattera sul blu profondo del mare, forse ora qualcuno ti osserva … se sei attento vedi tra le verdi frasche i suoi occhioni nascosti…. Lo richiudi, lo riapri e magari trovi una pagina vuota che a breve si riempirà… ma non troverai mai una pagina grigia, il libro delle favole e’ una struttura complessa ma allo stesso tempo semplice, e’ il libro della felicità, dell’immaginazione, un pochino come il libro delle storie che ogni sera leggi alle tue bambine, un modo come un altro per vederle ancora un secondo prima di vedere che si addormentino serenamente sicure di avere accanto qualcuno al proprio risveglio.

Già… ogni giorno una nuova favola per le tue ragazze; poi la stagione finisce e loro allegramente quando si ritrovano parlano di tutte le storie che hanno costruito e vissuto in un anno; spesso ridono, a volte meno ma ogni volta che richiudono il libro sanno che a breve lo riapriranno pronte per una nuova serie di avventure e tu … tu lo rileggi, mille volte forse, ma ogni volta scopri nuove sfumature… l’ unico cruccio e’ che giustamente le ragazze tricolorate per un pochino non le vedrai ed allora capisci quanto ti sembri grande quel campo verde con al centro un diamante rosso, cosi’ prezioso quanto unico, cosi’ vuoto senza di loro.

Allora ti siedi sulla panchina che spesso ti ha visto passare avanti ed indietro irrequieto e scruti l’orizzonte alla ricerca di qualche figura conosciuta che però non arriverà…. non ancora almeno. Allora apri la tua porta grigio chiaro, metti in fila i caschetti. Le palline, le mazze, chiudi gli occhi e, quando li riaprirai sai che una nuova novella starà per essere scritta.

La vera favola però l’hai scritta nel tuo cuore perché’ nessuno potrà mai levarti il libro che custodisci dentro di te e quello che hai vissuto allenamento dopo allenamento, domenica dopo domenica resterà per sempre dentro di te per sempre.

Che bello un anno passato con voi ragazze, grazie.

Giovanili- Cadetti sul trono di Coppa Piemonte. Gli Allievi ci proveranno domenica 2 ottobre.

La copertina della settimana è tutta per loro. I Cadetti si sono aggiudicati la Coppa Piemonte battendo 14-0 a domicilio nell’ultima sfida i New Panthers Sant’Antonino. Per i rossoblu è stato percorso netto con tre vittorie in altrettante partite disputate della fase finale. Un vero e proprio trionfo, che ripaga di tanti sforzi stagionali sia gli atleti che lo staff tecnico. Identica sorte, incrociando le dita, potrebbe toccare nel prossimo week end anche alla squadra Allievi. I giovani di coach Beppe Cerami, freschi reduci dal doppio 15-0 e 14-0 rifilato agli Avigliana Bees nell’ultimo turno, vanno all’assalto del trofeo nella finalissima a tre (in campo neutro stadio Paschetto via Passo Buole a Torino) contro Settimo e Fossano. I Ragazzi hanno invece chiuso la manifestazione regionale all’8° posto dopo aver vinto 14-3 sui pari età del Vercelli e perso 8-6 contro i coetanei dell’Aosta. Un risultato di tutto rispetto per una formazione appena formata quest’anno che, specie nel finale di stagione, ha dimostrato di aver tutte le carte in regola per giocarsela alla pari contro ogni avversaria nella prossima stagione. Le Ragazze di Luisa Capuozzo hanno invece ceduto lo scettro di campionesse regionali di Coppa Piemonte alle rivali de La Loggia. Dopo aver perso le due gare d’andata sul campo torinese le piccole rossoblu hanno perso la prima delle due partite di ritorno rendendo così vana la disputa dell’eventuale quarta sfida. Anche per loro va in archivio un’annata decisamente positiva, nella quale si è lavorato molto su un gruppo nuovo di zecca ma già pronto a raccogliere le soddisfazioni che merita nel prossimo futuro.

Nemecsek

Questo il programma dello spareggio Allievi

ore 10,00

B.C. SETTIMO A.S.D. – A.S.D.B.C. FOSSANO
ore 13,00 
PORTA MORTARA BAS. SOFT. NOVARA A.S.D. – B.C. SETTIMO A.S.D.
ore 15,00
A.S.D.B.C. FOSSANO – PORTA MORTARA BAS. SOFT. NOVARA A.S.D.

Porta Mortara serie A2 di softball- Le rossoblu battute in semifinale, la Coppa Italia va alla Pro Roma.

Porta Mortara serie A2 di softball- Le rossoblu battute in semifinale, la Coppa Italia va alla Pro Roma.

Niente Coppa Italia per le ragazze di Busca- Gabri-Delprato e Ciocca ma anche tanta soddisfazione per aver raggiunto e giocato la final four. Sul campo di casa dell’Unione Fermana a Montegranaro in provincia di Macerata, le rossoblu del Porta sono state estromesse in semifinale da Bovisio Masciago, già terribile avversario in campionato, al termine di una gara dai due volti. Scese in campo un po’ rimaneggiate, complici una serie di infortuni che hanno influito in modo non irrisorio nelle fasi cruciali della stagione, si sono portate in vantaggio controbattendo ogni tentativo avversario ma, complici alcune sbavature difensive, dovute anche ad atlete schierate, gioco forza, in ruoli non loro hanno poi subito la rimonta ed il sorpasso del Bovisio. Le nostre sono state battute con uno scarto minimo, ma lo diciamo a gran voce le avversarie non sono mai state tranquille e con la presenza dell’intero roster falcidiato, lo ripetiamo dagli infortuni, siamo certi che sarebbe stata un’altra storia. Giungere comunque al terzo posto nella competizione della seconda divisione nazionale è comunque una grande soddisfazione per l’intera squadra con i loro tecnici e della Società. Diciamolo con orgoglio quest’anno ha dimostrato un’ulteriore miglioramento rispetto allo scorso anno raggiungendo obbiettivi mai raggiunti e che fanno ben sperare per il futuro.

Un grande merito va quindi a tutta la squadra, tecnici, classificatori ed accompagnatori che hanno creduto sino alla fine non deponendo mai le armi nonostante le difficoltà sopravvenute durante l’annata.

Occorre sottolineare che l’apporto delle atlete della squadra cadette, chiamate nella prima squadra è stato di grande rilievo ed importanza, ciò che dimostra che il grande lavoro svolto dal Porta Mortara, da sempre e con perseveranza, nel settore giovanile è la strada giusta per un continuo miglioramento e perfezionamento che continua a dare grandi soddisfazioni.

Per la cronaca occorre riportare che la Coppa Italia 2016 di serie A2 è andata alla Pro Roma che, dopo aver battuto l’Unione Fermana in semifinale, ha avuto la meglio in finale ed abbastanza agevolmente proprio sul Bovisio.

Infine vogliamo ricordare la squadra felice ed esultante dalla foto di apertura e dirle GRAZIEEEEE

Nemecsek

Archivi
Chi c'é online
0 visitatori online
0 ospiti, 0 membri
Fornito da Visitor Maps